Prospezioni geoelettriche in foro (Crosshole Electrical Resistivity Tomography)

Campi di applicazione

Le tomografie elettriche in foro sono meno utilizzate perché richiedono l’esecuzione di fori di sondaggio appositamente allestiti e pertanto sono più costose; rappresentano però un valido strumento in aree urbane dove non è possibile posizionare gli stendimenti superficiali per raggiungere idonee profondità di indagine con risoluzione adeguata.

Strumentazione

N.2 GEORESISTIVIMETRI SYSCAL PRO R10 96 e SYSCAL JUNIOR SWITCH 48 in grado di gestire fino a 96 elettrodi con 10 canali di acquisizione; attraverso il software ERTLAB3D e VIELAB3D è possibile acquisire ed elaborare dati in modalità 3D. Le tomografie elettriche in foro sono molto utili per l’individuazione di anomalie di resistività correlabili alla presenza di cavità sotterranee.