P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico
P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico

P01 – Regione Puglia: Studio e monitoraggio di aree in dissesto geomorfologico

Il lavoro vede come argomento centrale lo studio di aree caratterizzate dalla presenza di cavità antropiche presenti nei comuni di Canosa di Puglia, Cutrofiano, Gallipoli e Melpignano, dove in passato si sono verificati fenomeni di sprofondamenti (sinkholes) nel centro urbano. Si tratta di una campagna geognostica mirata alla caratterizzazione geologica e geotecnica dei corpi geologici presenti al fine di acquisire nuove conoscenze sulla pericolosità geomorfologica da sprofondamento di cavità antropiche, di garantire la continuità temporale alle attività di monitoraggio e di estendere il monitoraggio ad altri siti campione con riconosciuta pericolosità geomorfologica. Le aree oggetto di indagine ricadono nelle perimetrazioni PG3 e PG2 secondo il Piano di Assetto Idrogeomorfologico (PAI) dell’Autorità di Bacino della Puglia.

La campagna d’indagini è consistita nell’esecuzione di:

  • 11 sondaggi geognostici a carotaggio continuo con l’esecuzione di prove SPT;
  • 6 indagini geofisiche del tipo Down-Hole in fori appositamente allestiti con tubi atossici in PVC;
  • 4 indagini geofisiche di tipo MASW;
  • 10 indagini geofisiche di tipo geoelettrico
  • 11 indagine georadar per verifica sottoservizi preliminare alla esecuzione di ogni foro di sondaggio geognostico;
  • Analisi geotecniche di laboratorio su campioni prelevati da sondaggio e da cavità;
  • 70 Analisi petrografiche su sezioni sottili opportunamente preparate;
  • 4 Rilievi laser scanner nelle cavità di Santa Candida, Villa Giustiniani, Cava Leone e Frantoio di Melpignano;
  • Fornitura della strumentazione di monitoraggio compatibili con qualsiasi tipo di trasduttore elettrico (anche piezometri elettrici);
  • Assistenza durante il montaggio e configurazione della strumentazione di monitoraggio.

L’osservazione macroscopica qualitativa sulle porzioni di carota e di campioni di roccia ha consentito di determinare innanzitutto il colore della roccia, per comparazione visiva tra il campione e la tavola dei colori codificati in Geological Rock‐Color Chart. In via qualitativa e preliminare si sono determinate: la composizione; la granulometria, riferita alla classificazione su base granulometrica delle rocce carbonatiche (Bosellini et al., 1992). Inoltre, si è posta l’attenzione anche alla eventuale presenza di anisotropie primarie (es. stratificazione) o meccaniche (es. fratture). Per quanto riguarda l’osservazione microscopica, la comparazione tra l’osservazione al microscopio della sezione sottile, con ingrandimenti 2x e 4x e gli schemi proposti da Sholle & Ulmer‐Sholle (2003) ha innanzitutto permesso di determinare una percentuale di volume dei componenti allochimici (grani carbonatici). Inoltre, assieme all’osservazione con ingrandimenti 10x e 20x si sono ottenute informazioni su: tipo di grani carbonatici e loro dimensione dominante, grana e percentuale di volume della matrice carbonatica, tipo e percentuale di volume del cemento carbonatico, tipo e percentuale di volume dei pori.